Meteoropatica quanto basta…

Care amiche di SilverDea rieccoci di nuovo qui!

Dopo qualche giorno di silenzio torniamo a parlare con voi… il cambiamento repentino del tempo ha coinvolto e stravolto anche le nostre abitudini. Quante di voi con l’arrivo della primavera, il cambiamento dell’ora passando a quella legale, avverto la sensazione di sentirsi strane, quasi fuori fase con tanto di ‘esigenza di adattamento’ come se avessimo traslocato dalla parte opposta dell’universi, anche se in realtà ci troviamo sempre in casa nostra.

Questo è quello che ogni donna avvertono nel momento in cui arriva la bella stagione, ovvero la primavera. E se qualcuno sostiene che siete esagerate, non abbiate timore perché starà mentendo spudoratamente!

Persino gli uomini risentono del cambiamento climatico, solo che noi donne lo percepiamo molto, ma molto, anzi moltissimo… di più.

Dunque, ritornando al tema capite della nostra chiacchierata: ciclo e primavera… giusto per spiegarlo meglio è giusto citare Loretta Goggi e la sua canzone: “che fretta c’era, maldetta primavera”.

Il cambiamento climatico incide davvero sul cambiamento d’umore ma anche sul ciclo mestruale delle donne. Il perché di quanto detto è davvero molto semplice, molto di più rispetto a quello che possiamo immaginare. Il ciclo viene chiamato in questo modo proprio per la sua ricorrenza ‘ciclica’ e mensile.

Nel momento in cui arriva la stagione della primavera, il cambiamento del tempo e dell’ora, insieme al crescere delle giornate e la temperatura incerta con cambi repentini caldo/freddo, fa in modo che il nostro corpo, soprattutto quello delle donne, diventi più sensibile a tutto ciò che abbiamo appena elencato.

Il ‘riadattamento’ dei ritmi biologici, infatti, ha come conseguenza l’insonnia, l’ipersensibilità ma anche il ciclo irregolare, in anticipo o anche in ritardo e non solo. Sono moltissime le donne che lamentano il fatto che con il cambio di stagione le mestruazioni possano slittare un mese o arrivare con maggiori fastidi.

Insomma, care amiche di SilverDea… se sentite di essere meno simpatiche del solito, sappiate che non è colpa vostra, ma del tempo!

Facebook Twitter Google Plus Pinterest